FareAmbiente

Sei qui: Home Sezione Giovani News
Notizie FAG
FAREAMBIENTE GIOVANI A DEDALO 2011 PDF 

Sono intervenuti durante il dibattito: “Associazionismo e Metapolitica”, Dedalo 2011, Federica Ricci, responsabile nazionale giovani di FareAmbiente, e Peter Lewis Geti, vice-responsabile e coordinatore giovani regione Toscana. L’evento è stato moderato da Marco Castagna, coordinatore Giovane Italia provincia di Bari.

Ad aprire il dibattito è stato Andrea Roberti, Forum Nazionale dei Giovani e Presidente ASI, il quale ha definito il ruolo dell’associazionismo un importante punto di incontro tra  le generazioni e momento di aggregazione sociale. L’associazionismo è uno strumento di cui lo stesso mondo politico deve avvalersi per diffondere le proprie idee e per fare attività sul territorio al fine di creare consensi.

Significativo l’intervento della Ricci sulle politiche ambientali come impegno trasversale della politica che deve obbligatoriamente vedere i giovani impegnati in prima linea. “Ricordiamo che le scelte di oggi condizioneranno il nostro futuro,  per questo motivo abbiamo il dovere e l’obbligo morale di poter decidere le migliori strategie da intraprendere in materia ambientale. FareAmbiente giovani è una realtà consolidata su tutto il territorio nazionale attraverso i laboratori, dove i cittadini non solo possono prendere parte attivamente, ma possono avere tutte le informazioni di cui hanno bisogno. Ci auguriamo che con questo incontro FareAmbiente giovani possa diventare un punto di riferimento per tutti i giovani del mondo politico e di per progettare insieme una strategia di intervento volta a tutelare l’ambiente nel rispetto delle generazioni presenti e future”.

Peter L. Geti ha ribadito l’importanza dell’associazionismo come valore aggiunto al mondo della politica italiana in questo delicato periodo storico: “FareAmbiente nasce da un gruppo di docenti universitari e imprenditori che hanno voluto contrastare il diffuso ambientalismo demagogico che per troppi anni ha deturpato, e tutt’oggi causa danni spesso irreversibili nel nome di un’immobilistica tutela dell’ambiente non orientata verso uno sviluppo sostenibile”.

Lo stesso piano energetico nazionale deve essere ripensato alla luce delle sfide che l’Italia si troverà ad affrontare nei prossimi anni, anche alla luce del sistema “Europa 2020” per la riduzione delle emissioni inquinanti e l’aumento della sostenibilità delle attività umane. Fuori da ogni vuota e pericolosa demagogia immobilista è necessario unire le forze e prendere coscienza di quei bisogni spesso disattesi dalle Amministrazioni che non possono ignorare un movimento associativo organizzato e ricco di professionalità e competenze, che si impone con estrema concretezza quale intermediario qualificato tra P.A. e cittadini, recependone le istanze e partecipando ai procedimenti amministrativi e giudiziari per la tutela di un bene collettivo e trasversale.

Ha concluso il dibattito E. Buffolano, Ass. Modavi onlus, ricordando quanto il volontariato italiano rappresenti un pilastro solido fondamentale per la politica del nostro Paese.

 
Ciociaria Cuore del Lazio: un marchio per diffondere le bellezze del territorio ciociaro nel mondo. PDF 

Si sono svolti una serie di incontri a Fiuggi nei saloni del Palazzo della Fonte Antica, in occasione della Giornata Provinciale del Turismo, evento voluto e sostenuto dall’Assessore al Turismo Massimo Ruspandini,  al fine di confrontarsi con gli operatori del settore turistico, con i politici e con i giovani imprenditori, sulle strategie da mettere in campo verso il rilancio del nostro territorio, per esaltare le grandi potenzialità delle quali dispone.

Godiamo di un turismo polivalente: religioso, termale,  enogastronomico e storico-archeologico, quest’ultimo legato alla straordinarietà delle mura ciclopiche, grande attrazione turistica del nostro territorio – afferma Ruspandini -

Dopo un anno dal primo appuntamento, abbiamo fatto passi importanti:  dalla creazione del marchio ciociaro, all’accensione della fiaccola di San Benedetto a Londra,  che hanno dimostrato l’apertura dell’amministrazione provinciale su questi temi e soprattutto che hanno contribuito a spostare l’attenzione del Consiglio Regionale verso il nostro territorio.

Tali risultati arrivano in seguito allo studio di esperti del settore, che con entusiasmo, dopo aver visitato la nostra terra, hanno ideato le migliori strategie per il rilancio del territorio ciociaro.

La Provincia di Frosinone era una delle poche provincie italiane che ancora non possedeva un marchio turistico. Oggi anche noi possiamo vantare una nostra identità storico-culturale, in seguito al riconoscimento del marchio “Ciociaria cuore del Lazio”.

Il Marchio, “Ciociaria cuore del Lazio”, creato da Fernando Moretti e Maurizio Lozzi, docente presso la Facoltà di Scienze della comunicazione della Sapienza di Roma, è stato presentato in anteprima alla recente Borsa Internazionale del Turismo di Milano ed è il risultato di un concorso internazionale conclusosi con una valutazione affidata ad una giuria presieduta dal famoso architetto Paolo Portoghesi.

Da Assessore al Turismo e alle Politiche Giovanili - continua Ruspandini-   la mia attenzione non poteva non rivolgersi alle nuove generazioni. Non possiamo più permettere che i nostri giovani parlino di miti e terre lontane, invece di conoscere ed esaltare le bellezze che caratterizzano la loro terra. Dobbiamo dare ai giovani gli strumenti per far conoscere e divulgare le risorse presenti sul nostro territorio. Per ottenere questo obiettivo, punteremo, pertanto, sulla formazione delle risorse umane in sinergia con gli istituti scolastici e il polo universitario presenti sulla provincia. 

Significativa la presenza dell’On. Mario Abruzzese, presidente del Consiglio Regionale del Lazio, il quale ha garantito il suo impegno nel rilancio strategico del comparto turistico della nostra provincia. Vogliamo una risposta più forte - ha ribadito l’On Abruzzese- siamo sul binario giusto, ma c’è ancora  molto da fare. La politica regionale e provinciale vuole investire in Ciociaria e la presenza dell’Assessore Regionale al Turismo, Stefano Zappalà, sta a significare appunto un reale interesse nel voler rilanciare il nostro territorio. La presenza dei sindaci, degli imprenditori locali e dei politici qui oggi, mostra il chiaro intento di voler  lavorare in sinergia su un territorio fortemente debilitato dalla crisi economica, che ha messo sul lastrico intere famiglie. Proprio per questo la Regione intende investire nella provincia di Frosinone e lo ha già dimostrato attraverso il rilancio della Selva di Paliano, attività fortemente voluta da Renata Polverini, Presidente della Regione Lazio.

In questa provincia è necessario iniziare a lavorare sinergicamente con gli imprenditori della zona soprattutto attraverso la realizzazione di infrastrutture. L’On. Abruzzese prosegue - il mio impegno futuro sarà quello di portare avanti la realizzazione dell’aeroporto a Frosinone. Questo significherebbe garantire un servizio concreto ai turisti che vengono a visitare la bellezza del nostro paesaggio oltre alla creazione di numerosi posti di lavoro. Non si può vendere un prodotto senza vendere prima di tutto il territorio. L’economia del turismo è un economia industriale da mettere in rete anche per creare occupazione per i giovani del posto, quindi benessere per i cittadini ciociari.

Erano presenti all’incontro, oltre al Sindaco di Fiuggi, Fabrizio Martini, il Presidente della Provincia, Antonello Iannarilli, l’Assessore Regionale al Turismo, Stefano Zappalà, tutti i sindaci e gli Assessori al Turismo della provincia, i rappresentanti delle pro-loco, le associazioni di categoria, gli albergatori e le agenzie di viaggio.

Altro tema centrale della giornata è stato l’apertura del nuovo parco giochi di Valmontone. I rappresentanti della società  hanno presentato in anteprima la struttura e soprattutto fatto conoscere le grandi opportunità che potrebbero aprirsi per il nostro territorio (in particolare per Fiuggi e per l’area nord della provincia) intercettando i flussi di visitatori provenienti da tutto il mondo.

FareAmbiente giovani sarà al fianco dell’Assessore al Turismo e alle politiche giovanili, Massimo Ruspandini, nella provincia di Frosinone per portare avanti questo importante obiettivo all’interno della regione Lazio. Attraverso il progetto Gagi (Gestione Ambientale per Giovani Imprenditori) ha già mostrato il suo impegno nel voler rilanciare il territorio ciociaro. In seguito al lavoro svolto dal coordinamento giovanile della regione Lazio, è stata svolta una accurata analisi su tutta la Provincia al fine di evidenziare i punti di forza e i punti deboli per promuovere interventi mirati volti a valorizzare l’immenso patrimonio artistico culturale ma anche e soprattutto ambientale.

 
Intervista a DialogoTV PDF 

DialogoTv ha pubblicato una mia intervista telefonica legata a questo argomento:

 
Odori Molesti e Società Milanese PDF 

Milano, gran bella città, un po' grigia dicono in molti, sicura, pericolosa, diverse opinioni, ma sicuramente inquinata.
Dopo alcuni importanti provvedimenti a lungo termine per la riduzione delle velocità sulle strade proviciali in caso di inquinamento elevato, dimostrazione che

 
I successi di ecopass,i no dell'opposizione milanese PDF 

Successi in clima Ecopass nel 2010 dal Laboratorio per la ricerca ambientale, dalla Societa' italiana medici generici e dai Medici per l'Ambiente, con la collaborazione della University of Southern California e la Cornell University di New York è stato fatto uno studio che ha portato dati rilevanti un abbattimento del 50% del black carbon all'interno dell'area Ecopass rispetto all'esterno.

 


Pagina 1 di 11

Biografia del Presidente

Sample image Vincenzo Pepe
Presidente

Pubblicità

EXPO 2015 - Fondazione Vico

Relazione_Presidente_Nucleare

Fareambiente_in_giappone

Riconosc_Minist _Ambiente_logo

logogagipiccolo

logo_oasi

logo_fondazionevico

vallerano

Aderisci_Icaro

Olivetti La Greca

ACSE Italia