FareAmbiente

Sei qui: Home Ufficio Stampa Clima: Cina; effetti mutamenti, da inondazioni a siccità.
Clima: Cina; effetti mutamenti, da inondazioni a siccità. PDF 
Martedì 01 Gennaio 2008 00:00
Ansa:
ROMA - I mutamenti climatici in Cina sono
gia' una realta'. Ne sono la conferma gli eventi meteorologici
estremi che sono diventati piu' frequenti, dalla siccita' nel
Nordest alle inondazioni nelle aree dei tratti intermedi e
inferiori del fiume Yangtze e alle inondazioni costiere in
grandi centri urbani come Shangai. Secondo il Rapporto sullo
sviluppo umano 2007-2008 ''Resistere al cambiamento climatico''
pubblicato dal Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo
(Undp), l'aumento delle temperature e la variazione dei regimi
pluviometrici comporteranno un calo della produzione di mais,
grano e riso, del 10% entro il 2030 e fino al 37% nella seconda
meta' del secolo. Entro il 2050 si stima una riduzione del 27%
dei ghiacciai della Cina occidentale e una netta riduzione della
disponibilita' d'acqua in diversi fiumi, compresi quelli della
Cina settentrionale.

I cambiamenti climatici andranno in realta'
ad aggravare crisi ambientali gia' esistenti. E' poi allarme
rosso per i cosiddetti bacini delle 3H, dei fiumi Huai, Hai e
Huang, che forniscono acqua a circa meta' della popolazione
cinese. A causa della crescente domanda di settore industriale,
centri urbani e agricoltura, la quantita' d'acqua prelevata e'
doppia rispetto al tasso di rigenerazione. Il risultato e' che i
fiumi non arrivano piu' al mare e si abbassa il livello delle
falde freatiche. Una riduzione dei flussi d'acqua del bacino
delle 3H potrebbe trasformare una crisi ecologica in una
catastrofe economica e sociale. Circa un terzo del Pil cinese e
una buona fetta della produzione di cereali dipendono dall'area
del bacino, che sara' messo a rischio quando il clima avra'
effetti come siccita', aumento delle temperature e riduzione
della portata dei fiumi.

Altro capitolo sono i ghiacciai cinesi,
che probabilmente porteranno ad inondazioni piu' frequenti, ma
nel lungo periodo toglieranno acqua alle comunita' montane.
Nell'altopiano del Qinghai-Tibet, che copere un territorio pari
all'Europa occidentale e comprende oltre 45.000 ghiacciai,
questi ultimi si stanno ritirando alla velocita' di 131 km
quadrati ogni anno. Il destino della maggior parte di loro sara'
quello di una scomparsa definitiva. Secondo il Rapporto poi,
eventi come la tempesta di sabbia del 2005, che ha depositato su
Pechino 330.000 tonnellate di sabbia, diventeranno piu' comuni e
citta' come Shangai, con i suoi 18 milioni di abitanti, sono a
rischio alluvione. L'innalzamento del livello del mare e
l'aumento delle mareggiate hanno ristretto i margini di
sicurezza della citta' costiera, e i piu' vulnerabili sarebbero
i 3 milioni di abitanti migrati in citta' dalle zone rurali e
alloggiati in accampamenti di fortuna.


Condividi su Internet
Del.icio.us! Google! Live! Facebook! Technorati! Twitter! Joomla Free PHP
 

Biografia del Presidente

Sample image Vincenzo Pepe
Presidente

Pubblicità

EXPO 2015 - Fondazione Vico

Relazione_Presidente_Nucleare

Fareambiente_in_giappone

Riconosc_Minist _Ambiente_logo

logogagipiccolo

logo_oasi

logo_fondazionevico

vallerano

Aderisci_Icaro

Olivetti La Greca

ACSE Italia

logosra