FareAmbiente

Sei qui: Home Ufficio Stampa Dal 1 gennaio via accordo anti-emissioni.
Dal 1 gennaio via accordo anti-emissioni. PDF 
Giovedì 10 Gennaio 2008 00:00
Ansa:
ROMA - Entra in azione dal primo gennaio
2008 il protocollo di Kyoto, il trattato internazionale
salva-clima e l'unico che prevede obiettivi globali e
impegnativi per la riduzione delle emissioni di gas serra. Dal
1/o gennaio parte quindi una vera e propria rivoluzione, anche
in termini economici, che terminera' il 31 dicembre del 2012.
In questi cinque anni il protocollo di Kyoto prevede un taglio
complessivo del 5,2% delle emissioni di gas serra a livello
globale, facendo riferimento ai livelli del 1990.

L'Europa, tra i piu' strenui difensori di Kyoto, in base al
trattato deve ridurre dell'8% le emissioni gas serra rispetto al
1990. L'Italia deve tagliare i suoi gas serra del 6,5% rispetto
al 1990 quando cioe' la Co2 era a 516 milioni di tonnellate. Una
corsa contro il tempo perche', l'Italia, secondo le stime, nel
2006 ha aumentato le sue emissioni raggiungendo i 573 milioni di
tonnellate di Co2, segno che per colpire l'obiettivo occorre
ancora un enorme sforzo. Sull'attuazione del Protocollo di Kyoto
''noi non ci arrendiamo. I guasti del passato non ci
fermeranno'', ha detto il ministro dell'Ambiente, Alfonso
Pecoraro Scanio. ''Abbiamo accelerato tutto. Non abbiamo
rinunciato e, per la prima volta nel 2006 e nel 2007 abbiamo
invertito un iter pluriennale - ha sottolineato - riducendo le
emissioni dell'1,5%''.

Il via libera al Protocollo di Kyoto e' stato dato nella
citta' giapponese l'11 dicembre del 1997 mentre e' entrato in
vigore il 16 febbraio del 2005. Lo hanno ratificato 176 paesi
mentre sono 38 gli Stati con obblighi di riduzione, cioe' i
paesi industrializzati. Ultima new-entry l'Australia che ha
annunciato la sua adesione alla Conferenza mondiale sul clima, a
Bali, che si e' chiusa lo scorso 15 dicembre. In questo modo gli
Stati Uniti sono l'unico paese industrializzato a non avere
ratificato il documento.


Ecco cosa prevede il protocollo di Kyoto:

- RIDUZIONE EMISSIONI: taglio del 5,2% delle emissioni di gas
serra a livello globale rispetto ai livelli '90. Per l'Europa il
taglio e' dell'8% per l'Italia il 6,5%;

- DAL 1/O GENNAIO 2008 CO2 HA UN PREZZO: oggi una tonnellata di
Co2 costa 60 centesimi ma dal primo gennaio il prezzo sale a
21,75 euro e la stima di McKinsey e' che a fine 2008 saremo
arrivati a 40 euro a tonnellata. Di pari passo salgono le cifre
delle multe per chi non rispetta i tetti stabiliti: le multe fra
il 2005 e il 2007, nella fase preparatoria, erano a quota 40
euro a tonnellata, mentre dopo il 2008 saliranno a 100 euro;

- OBBLIGHI PER LE INDUSTRIE: ogni nazione deve realizzare il piano
nazionale delle quote di emissione che fissa i tetti a livello
nazionale e a livello di impianto. ''Sono oltre 14.000 i siti
industriali interessati in Italia - afferma Aldo Iacomelli,
membro del comitato attuazione della direttiva emission trading
del ministero dell'Ambiente - dalla centrale termoelettrica alla
raffineria, dal cementificio alla vetreria, cosi' come impianti
siderurgici e cartiere. A ognuno viene dato un tetto di quote.
Se emettono di piu' o comprano le quote nel mercato dell'
emission trading o pagano la sanzione prevista dalla direttiva
Ue, cioe' 100 euro a tonnellata di Co2 emessa in piu''';

- MECCANISMI FLESSIBILI: nell'ambito del sistema della ''borsa
dei fumi'' esistono meccanismi flessibili dello sviluppo pulito
(Cdm) e joint implementation (Ji). ''Il primo si attua fra i
Paesi industrializzati e i Paesi in via di sviluppo - spiega
Iacomelli - ad esempio un'azienda italiana costruisce in Cina
una centrale fotovoltaica''. Cosi' la Co2 risparmiata da quella
centrale viene dedotta dal conto dell'Italia. Il Joint
implementation invece si attua fra Paesi che hanno obblighi di
riduzione, come l'Italia e la Romania. (ANSA).


Condividi su Internet
Del.icio.us! Google! Live! Facebook! Technorati! Twitter! Joomla Free PHP
 

Biografia del Presidente

Sample image Vincenzo Pepe
Presidente

Pubblicità

EXPO 2015 - Fondazione Vico

Relazione_Presidente_Nucleare

Fareambiente_in_giappone

Riconosc_Minist _Ambiente_logo

logogagipiccolo

logo_oasi

logo_fondazionevico

vallerano

Aderisci_Icaro

Olivetti La Greca

ACSE Italia

logosra