FareAmbiente

Sei qui: Home Primo Piano Dal “no” al “fare”
Dal “no” al “fare” PDF 
Domenica 04 Maggio 2008 00:00
Non è il frutto di una semplice casualità l’accordo tra il movimento ecologista “Fare Ambiente” e “ L’Opinione delle libertà. Il sesto numero del quotidiano dedicato alle iniziative dell’associazione guidata dal prof. Vincenzo Pepe è il logico punto di arrivo di due precorsi diversi destinati comunque ad incontrarsi. Da un lato un giornale che dall’anno della sua ormai lontanissima fondazione (1847) è sempre rimasto fedele all’impostazione voluta dal suo promotore, Camillo Benso conte di Cavour, di testimone e di propugnatore di battaglie liberali per lo stato unitario italiano. Dall’altro un movimento che con grande coraggio ha scelto di opporsi alla cultura egemone di un ecologismo ideologizzato fondato sul rifiuto della modernità e sul principio dell’opposizione pregiudiziale a qualsiasi forma di innovazione. E , proprio per marcare la diversità e la discontinuità tra i due diversi modi di battersi per la difesa dell’ambiente, ha contrapposto la cultura del ”fare“ alla cultura del ”no“.

Il punto d’incontro tra ” L’Opinione delle libertà“ e ”Fare Ambiente“ è la comune radice liberale. E, soprattutto, la consapevolezza che le particolari circostanze politiche del momento consentono di promuovere anche sul terreno della difesa della natura e dell’ambiente quella rivoluzione liberale che serve al paese per tentare di uscire dal lento declino a cui sembrava essere stato condannato da anni ed anni di egemonia della parte più antimoderna e reazionaria della sinistra. Il sesto numero del giornale dedicato in gran parte a ”Fare Ambiente“ non è, allora, solo l’espressione di due interessi diversi. Quello del movimento di Vincenzo Pepe di usufruire di uno strumento di informazione e di formazione al servizio dei propri iscritti e dei propri simpatizzanti. E quello de “L’Opinione delle Libertà” di allargare il proprio mercato di lettori ad un ambiente nuovo, stimolante e ricco di energie e di iniziative.

E’ la dimostrazione che c’è una grande trasformazione in atto nella società italiana per quanto riguarda l’ambientalismo. Che i vecchi schematismi secondo cui grattando il verde trovavi inevitabilmente il rosso e la filosofia del “no” sono ormai superati. E che esiste e trova consensi progressivamente crescenti un ambientalismo di estrazione liberale convinto che il suo motivo d’essere non sia quello di bloccare ogni forma di innovazione ma quello di coniugare la necessità e l’inevitabilità della modernità con la difesa della natura. Portare avanti con continuità ed impegno questo processo di trasformazione non è un compito facile. Le resistenze da superare, frutto delle vecchie concezioni, sono numerose. Ma quando la volontà s’incontra con il favore delle mutate condizioni storiche ogni ostacolo può essere superato.

di Arturo Diaconale


Condividi su Internet
Del.icio.us! Google! Live! Facebook! Technorati! Twitter! Joomla Free PHP
 

Biografia del Presidente

Sample image Vincenzo Pepe
Presidente

Pubblicità

EXPO 2015 - Fondazione Vico

Relazione_Presidente_Nucleare

Fareambiente_in_giappone

Riconosc_Minist _Ambiente_logo

logogagipiccolo

logo_oasi

logo_fondazionevico

vallerano

Aderisci_Icaro

Olivetti La Greca

ACSE Italia

logosra