FareAmbiente

Sei qui: Home
I° Meeting dei Giovani per la Legalità e l’Ambiente PDF 

Verbale di Riunione

I° Meeting dei Giovani per la Legalità e l’Ambiente

Fondazione Milillo - FareAmbiente

Sambuca di Sicilia – 4, 5, 6 settembre 2009 

In data 5 settembre 2009 a Sambuca di Sicilia (AG) ha avuto luogo il Primo Meeting dei Giovani per la Legalità e l’Ambiente, organizzato dalla Fondazione “Gen. Ignazio Milillo”Legalità e Sviluppo, in collaborazione con FareAmbiente-Movimento Ecologista Europeo e con l’Ass. Culturale Giovanile “La Giovane Sicilia”.

Erano presenti in rappresentanza della classe dirigente giovanile di FareAmbiente, tra gli altri, Federica Ricci, Responsabile Nazionale Giovanile, Alfonso Maria Fimiani, Consigliere dell’Esecutivo Nazionale Giovanile, Gianluca Coroneo, Coordinatore Regionale Giovanile per la Sicilia, e Leonardo Canto, Coordinatore Provinciale Giovanile di Palermo. Hanno partecipato, circa 40 Giovani provenienti dalla Sicilia, dalla Campania, dalla Puglia, dall’Abruzzo e dal Lazio. Inoltre, erano presenti: l’On Nicolò Nicolosi, Coordinatore Regionale della Sicilia, Sergio Celloni, Coordinatore Regionale dell’Emilia-Romagna.

L’incontro ha permesso ai giovani di potersi esprimere liberamente e di poter formare un gruppo di lavoro coeso con l’obiettivo comune, quale: tutela dell’ambiente nell’ottica della sviluppo sostenibile.

Il tipo di organizzazione dell’evento ha dato la possibilità di un confronto serio ma amichevole, costruttivo e di formazione. L’assenza degli adulti, se da un lato ha causato un impoverimento di contenuti, dall’altro ha reso il dibattito più sciolto e meno formale e soprattutto ha dato la possibilità ai Giovani che si sono da poco avvicinati all’ambientalismo e a FareAmbiente di interagire con i Dirigenti per risolvere dubbi che spesso non si ha il coraggio di sollevare di fronte a chi appartiene ad una generazione diversa per una sorta di soggezione.

L’intervento telefonico del Presidente Vincenzo Pepe, ha contribuito ad infondere nei giovani che erano presenti, l’importanza di essere uniti per portare avanti l’ambizioso progetto di tutela dell’ambiente, oltre a promettere loro ampio spazio nella kermesse in presenza dei Ministri Scajola e Prestigiacomo e del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Letta. Un ringraziamento speciale va al Vice-Presidente Giuseppe Fausto Milillo, che ha dimostrato, con l’organizzazione di questo Meeting di avere davvero a cuore i Giovani.

Vengono di seguito riportati oltre alle richieste avanzate dai Giovani anche gli obiettivi che ci proponiamo di raggiungere nel corso dell’anno 2009/2010:

Le RICHIESTE.

  • Una maggiore attenzione alla formazione dei Giovani, con l’assoluta necessità di creare corsi di formazione per istruire i Dirigenti, e i Giovani interessati che vogliono collaborare.
  • Un maggiore coinvolgimento dei Giovani nelle decisioni riguardanti le linee organizzative del Movimento ed una loro maggiore responsabilizzazione nel nome della meritocrazia, affinché i Dirigenti Giovanili non si riducano a meri esecutori delle direttive degli adulti ma abbiano come primo referente la figura del Responsabile Nazionale Giovanile.
  • Una vera e propria EMERGENZA, affinché si possano creare dei Laboratori Verdi attivi e gestiti dai Giovani, è la creazione di progetti da sviluppare su tutto il territorio, attraverso i quali si possano ricavare introiti economici per l’autofinanziamento: è ASSOLUTAMENTE NECESSARIO che la struttura nazionale di FareAmbiente metta a disposizione dei progetti-standard da adattare alle esigenze territoriali; il compito di creare tali progetti non può di certo essere affidato esclusivamente ai Giovani, che non dispongono ancora dell’esperienza e della professionalità necessaria; la PRIORITA’ è dunque, quella di coinvolgere Docenti Universitari e Professionisti del settore, che aiutino i Giovani a formarsi in tal senso. Non si possono istituire Laboratori Verdi sul territorio senza disporre loro dei mezzi necessari affinchè possano operare sul territorio!
  • Si richiede agli Amministratori  aderenti al Movimento di mettere a disposizione dei Giovani di Fare Ambiente le loro conoscenze pratico-amministrative nella risoluzione dei problemi legati alla realtà burocratica.


Gli OBIETTIVI.

  • Il più grande ed ambizioso obiettivo è la presentazione di una legge di riforma costituzionale che introduca anche in Italia, sul modello francese, la tutela costituzionale dell’ambiente e dei diritti delle future generazioni, inserendoli tra i diritti fondamentali. La volontà è quella di: presentare alla Sala Stampa della Camera dei Deputati (marzo-giugno 2010), con l’appoggio di Parlamentari vicini, il progetto di legge proposto, alla presenza innanzitutto del Presidente Vincenzo Pepe e della Responsabile Nazionale dei Giovani, Federica Ricci; con l’intervento del Ministro Prestigiacomo, il  Ministro Meloni ed il Ministro Carfagna; e di Fabio Perugia, giovane giornalista, redattore della pagina interni de Il Tempo, in qualità di moderatore. Al dibattito dovranno esser presenti non meno di 60 giovani di FareAmbiente provenienti da tutta Italia. L’esperienza poco felice della raccolta di firme sul nucleare suggerisce di strutturare con largo anticipo il coordinamento dei gazebo che dovranno immediatamente seguire l’iniziativa alla Camera, da installare almeno in alcune città simbolo (Roma, Napoli, Palermo, Bari, Bologna, ecc). Alfonso Fimiani e Leonardo Canto hanno dato disponibilità a curare il progetto di legge. Al Presidente Pepe si chiede di coinvolgere sia le Autorià Politiche che quelle Accademiche.
  • La volontà è di organizzare entro i prossimi 5 mesi, almeno altri due incontri esclusivamente giovanili, sul modello, più che promosso di questo meeting, in due diverse Regioni, che possono essere scelte, data la disponibilità mostrata, tra l’Abruzzo, l’Emilia-Romagna e la Puglia.
  • Un lavoro importante deve riguardare le Regioni del Nord Italia, in cui il Movimento Giovanile sembra essere ancora poco presente. Anche in questo caso chiediamo ai Coordinatori Regionali degli Adulti un maggior sostegno per estendere a breve il Coordinamento Giovanile sul tutto il territorio italiano.
  • Chiediamo sia ai Coordinatori Regionali degli Adulti, che ai Coordinatori Regionali dei Giovani, di informare i Coordinatori provinciali e tutti i Giovani interessati sulle iniziative e proposte del Movimento, affinchè i prossimi meeting non si riducano ad essere mere lezioni ma incontri interattivi in cui tutti i membri possano esprimere le loro proposte ed iniziative.
  • La creazione di un marchio di marketing di FareAmbiente. Ampia disponibilità è stata data, in tal senso, dalla Prof.ssa Tania Diodato e dall’imprenditore Luca De Rocco.
  • La creazione di una rete di comunicazione, verso l’interno e verso l’esterno, sfruttando i giornali, l’ufficio stampa e soprattutto internet ed il sito del coordinamento nazionale giovanile www.fareambiente.eu .
  • La creazione di una rete di contatti con altre associazioni giovanili, in particolare con le Associazioni Universitarie.
  • Promuovere concorsi locali e nazionali nelle Scuole, partendo dal Concorso “L’Amico a Quattro Zampe”, organizzato dall’Associazione “Il Sorriso” in collaborazione con FareAmbiente (sarà molto semplice, in tal senso, semplicemente consegnare il bando a tutte le Scuole delle zone in cui FareAmbiente è presente).
  • Gita culturale annuale organizzata dal Movimento Giovanile, con il fine di far conoscere ed apprezzare ai Giovani di FareAmbiente le naturali bellezze presenti su tutto il territorio italiano.



lì   06/09/2009

Dott.ssa Federica Ricci

Responsabile Nazionale Giovanile

Fare Ambiente,

Movimento Ecologista Europeo

Alfonso Maria Fimiani,

Consigliere dell’Esecutivo Nazionale Giovanile,


Condividi su Internet
Del.icio.us! Google! Live! Facebook! Technorati! Twitter! Joomla Free PHP
 

Biografia del Presidente

Sample image Vincenzo Pepe
Presidente

Pubblicità

EXPO 2015 - Fondazione Vico

Relazione_Presidente_Nucleare

Fareambiente_in_giappone

Riconosc_Minist _Ambiente_logo

logogagipiccolo

logo_oasi

logo_fondazionevico

vallerano

Aderisci_Icaro

Olivetti La Greca

ACSE Italia

logosra